Testo tratto dal sito di Repubblica.

Articolo di Michela Marzano.

“Igor è morto per aver accettato l’assurda e inutile sfida di “Blackout challenge”, un gioco diffuso in rete di recente, subito virale tra i più giovani. Ma è una trappola mortale: un macabro inganno in cui è difficile capire non solo quali siano esattamente le regole – visto che la sfida consiste nell’auto-soffocarsi e resistere il più possibile senza ossigeno, perdere i sensi e illudersi di riprendere coscienza come se nulla fosse”.

Leggi il testo completo dell’articolo sul sito di Repubblica.