Psicoterapia dell’adulto

Paura, tristezza, ansia, insicurezza, smarrimento sono sentimenti normali che fanno parte della nostra vita. Tali stati d’animo spesso sono la risposta a momenti di particolare tensione in ambito lavorativo, relazionale o famigliare, e si presentano, in modo più intenso, durante le fasi di passaggio più significative della nostra esistenza.

Normalmente riusciamo, attingendo alla risorse che abbiamo a disposizione, a ripensare e riorganizzare le nostre vite, superando questi periodi di difficoltà. Talvolta però il disagio, pur non configurandosi in un quadro clinico tale da giustificare una specifica diagnosi psicologica, assume carattere più persistente ed invalidante, con significative ricadute sulla qualità di vita.

In questi casi, la situazione di difficoltà non appare ascrivibile unicamente a circostanze esterne, sembra infatti coinvolgere aspetti più profondi e personali.

In queste circostanza, di solito, la persona comincia ad accorgersi di concorrere alla ripetizione delle situazioni disfunzionali che l’affliggono; di svolgere cioè una parte attiva nel “sabotare” il proprio percorso di autorealizzazione.

Ecco che allora, avviare una consultazione psicologica può essere utile, soprattutto se si desidera favorire un modo diverso di confrontarsi con il proprio disagio, interrogandosi seriamente sulle sue origini e sui suoi significati attuali. L’occuparsi tempestivamente del proprio disagio, spesso permette di affrontare la situazione prima che i sintomi arrivino a strutturarsi in una vera e propria patologia.